BETWEEN DREAMS AND REALITY

Stefania Asunis

Year:

2018

Media:

ACRILICO SU TELA

Size (cm):

74 x 112 x 3

Roma 2019
1/1 (1,151)

Please rate this

Other works

TOXIC BARBECUE

Stefania Asunis

Year:

2018

Media:

ACRILICO SU TELA

Size (cm):

50 x 40 x 1,5

Roma 2019

SECOND CHANCE

Stefania Asunis

Year:

2018

Media:

ACRILICO E VERNICE SU TELA

Size (cm):

94 x 147 x 3

Roma 2019

Biography

Stefania Asunis è nata a Roma nel 1965. Ha conseguito la maturità artistica nel 1984 e l’anno integrativo nel 1985 a Roma.
L’opera di Stefania Asunis è il frutto di una lunga maturazione interiore, umana e artistica. La sua arte affonda le radici in una raffinatissima sensibilità, naturalmente disposta a intercettare ogni sussurro emotivo, e in un sentiero biografico irto di pietre aguzze. Non è un caso che la sua più prolifica e stupefacente produzione artistica arrivi in anni recenti e coincida con il definirsi di una forte autocoscienza creativa, la cui necessità di espressione pubblica è intimante legata alla propria esperienza personale. La sua arte, però, non è mera sublimazione di stati d’animo. È, invece, un itinerario esistenziale di valore universale, le cui stazioni sono quelle che ogni essere umano è chiamato a conoscere durante il suo peregrinare terreno: il bene e il male, il dolore e la gioia, la malinconia e la speranza, l’amore e l’inganno. Ai colpi durissimi di alcune opere si affiancano i respiri distesi e rassicuranti di altre. Cromaticamente evidenti: ai grigi e rossi di certe tele si sostituiscono i verdi e gli azzurri di altre. E il tratto è caratteristico, risoluto e deciso o dolce e leggero. Non un dualismo antitetico ma una sintesi tra i poli della vita. Una produzione sfaccettata e complessa, così come imprevedibile e sorprendente è l’alternarsi di nuvole e pioggia, vento e sole lungo il viottolo scosceso di ogni esistenza umana.
Realizza opere astratte con acrilico, olio o tecnica mista, prevalentemente su tela, ma occasionalmente anche su carta, di dimensione varia: da 20x20 fino a 150x220. Una perizia giurata del prof. Antonio Franz Farlese su 80 delle sue opere le ha attribuito un coefficiente artistico pari a 2.5. “E’ il suo passato ricco di sperimentazioni ed esperienze che, si ritrova in questa collezione, frutto di un linguaggio artistico degno di un artista sempre pronta a esprimere sensazioni ben amalgamate ad una realtà carica di trasparenze e giochi di luce” – scrive Franz Farlese -.
Ha esposto in Italia (Roma, Milano, Perugia, Viterbo, Castel Gandolfo) e nel mondo (Miami, South West University di Blagoevgrad in Bulgaria). Ha vinto il Premio del Pubblico con il dipinto “Forestears”, nell’esposizione “Il fascino dell'invisibile” (Palazzo Chigi, Formello, 2018). È attiva nei social media. Autrice del Blog “Stefania Asunis Paintings” (https://stefaniaasunispaintings.blogspot.com/), è presente su Instagram e sul sito d’arte internazionale “Art Stack”.

Project

Lo spazio in cui dare forma creativa alla mia ispirazione: questo è lo studio ideale nel quale si concentra il paradigma del mio lavoro.
Un sottile filo rosso attraversa le opere esposte; stati d’animo apparentemente eterogenei ma, se si osserva con attenzione, invece intimamente legati da un’ispirazione comune. È lo stupore, l’emozione, la partecipazione empatica alla vita di ogni giorno. Alla vita di chi sembra incrociare per caso la mia avventura umana e, al contrario, è lì per un ineffabile disegno. Ed è la passione che tutto questo accende nel mio animo.
Ogni lavoro rivela, infatti, l’emozione irrefrenabile che è affiorata al momento della sua realizzazione. In alcuni trapela la tristezza e la nostalgia per ciò che non c’è e non può esserci, in altri la frenesia del mondo contemporaneo e ancora la speranza di liberarsi dalle ingiustizie, dal male che inevitabilmente circonda ogni essere umano. Al fondo, sempre la rappresentazione dell’amore, sentimento essenziale, stilizzato in ogni gradazione - dalla passione all’estasi mistica – in un’ispirazione che attinge la trascendenza.
C’è poi una piccola rappresentazione dei miei tanti lavori, dove la natura è sempre parte predominante del mio pensiero. La natura espressa con i suoi colori disarmanti, nella sua bellezza mozzafiato, ma anche nel suo recente aspetto dove sembra ignorata, calpestata dai nostri interessi, in una corsa frenetica verso un immaginario progresso. La natura appare repressa, succube, come spogliata giorno dopo giorno della sua bellezza, ma in alcuni miei dipinti appare la sua voce che lentamente è sempre più alta. E’ come un vulcano che lentamente si sta svegliando in un riscatto di liberazione.
Un percorso artistico che ho riprodotto in un ambiente caldo, accogliente, nel quale si è circondati dai dipinti astratti di varie dimensioni; dai formati più piccoli, da appoggiare come soprammobili, a quelli più grandi appesi o accostati alle pareti. La musica, mia indispensabile compagna, si unisce ad alcune composizioni artistiche luminose da me create, avvolgendo l’atmosfera in un gioco di luce in grado di catturare l’immaginazione dell’ospite e farlo sentire coccolato dalla bellezza.
E’ un luogo dove un attento e appassionato osservatore può fermarsi a pensare, percepire le mie vibrazioni e forse riconoscersi.

Stefania Asunis

Category: