Ab Ovo

Ancilotto

Year:

2017

Media:

Polistirene resinato impermeabile - vernice acrilica

Size (cm):

Variabile (max 200cm) x Variabile x Variabile ( per le opere in verticale 60 cm.)

Roma 2018

Other works

Ab Ovo

Ancilotto

Year:

2017

Media:

Polistirene resinato impermeabile - vernice acrilica

Size (cm):

Variabile (max 200 cm.) x Variabile x Variabile (per le opere in verticale 60 cm.)

Roma 2018

Ab Ovo

Ancilotto

Year:

2017

Media:

Polistirene resinato impermeabile - vernice acrilica

Size (cm):

Variabile (max 200 cm.) x Variabile x Variabile (per le opere in verticale 60 cm.)

Roma 2018

Biography

Biografia breve

Camilla Ancilotto nasce nel 1970 a Roma, città dove vive e lavora.
MFA presso New York Academy of Art 1999.
Tra le principali esposizioni personali: Galleria Ca’ d’Oro di Roma (2003), Galleria Davico in Torino (2008), Chiostro del Bramante di Roma (2010), Ca’ d’Oro Art Gallery di Miami (2011), Freedom Tower del Miami Dade College (2012), Camera dei deputati di Roma (2012), Palazzo Collicola Arti Visive ,Spoleto (2017).
Tra le mostre collettive si segnalano: “Bestiario” (Galleria Ca’ d’Oro, Roma, 2006), “Scomposizioni” (Palazzo Torlonia, Roma, 2009), “Art Carpet” (The First Art Luxury Hotel in partnership con la Galleria Mucciaccia, Roma, 2013), “Era perduto ed è stato ritrovato” (Museo del Tesoro del Duomo, Vigevano, 2016).
Espone alla Biennale di Scultura di Roma (2011), ad Art Basel Miami (2011), alla 55a Esposizione Internazionale d’Arte di Venezia (2013), alla prima edizione di ExpoArteItaliana (Villa Bagatti Valsecchi, Varedo) curata dal prof. Vittorio Sgarbi (2015) e all’Amsterdam International Art Fair (2015).
Nel 2012 la sua opera monumentale “Original Sin” entra a far parte della collezione permanente di sculture del Wolfson Campus (Miami Dade College) mentre nel 2016 il lavoro “Il Figliol Prodigo” trova collocazione definitiva tra le opere custodite nel Museo del Tesoro del Duomo di Vigevano.
Ancora nel 2016 - in occasione del Giubileo della Misericordia indetto da Papa Francesco - la Ancilotto è tra gli artisti selezionati per la mostra collettiva “Era perduto ed è stato ritrovato”, iniziativa artistica promossa dal Museo del Tesoro del Duomo di Vigevano elaborata attorno alla parabola del Figliol Prodigo; l’opera presentata dall’artista romana entra a far parte della collezione permanente dell’istituzione museale lombarda.
Nel mese di marzo del 2017 partecipa alla terza edizione dell’Esposizione Triennale di Arti Visive a Roma, evento inaugurato da Achille Bonito Oliva presso il Complesso Monumentale del Vittoriano – Ala Brasini.
In estate l’Ancilotto è annoverata tra i protagonisti del prestigioso Festival dei Due Mondi di Spoleto con l’apertura della grande mostra personale Mutaforma, allestita al museo Palazzo Collicola Arti Visive (Spoleto) e curata da Gianluca Marziani.
Il 2017 si conclude con la partecipazione dell’artista all’importante esposizione collettiva dal titolo ‘Io Sono Qui - Arte e diritto alla comunicazione materiale e immateriale’, allestita nel Museo MACRO di Roma e curata da Lorenzo Bruni.
Nell’ambito della 12ma edizione di Manifesta, Biennale nomade europea d’arte contemporanea, è in programma per l’estate del 2018 una mostra personale presso la prestigiosa dimora ottocentesca Palazzo Forcella De Seta a Palermo.

Project

“Ab Ovo” (©camilla ancilotto), titolo con palese riferimento al simbolo primario genetico, è un’installazione multiforme che presenta in modo del tutto innovativo e originale l’antico rompicapo cinese del Tangram, ovvero "Le sette pietre della saggezza". La variante da me proposta rispetto al gioco originale, di struttura quadrata, è quella del Tangram ovoidale, che con i suoi lati arrotondati permette di realizzare forme più organiche. Scomposti e ricomposti, i nove solidi dalla vivace cromia restituiscono infinite possibilità di forme e suggestioni sorprendenti.
Il mio progetto consiste in un’installazione ‘site specific’ da esterno composta da tre sculture a forma di Uovo, Coniglio e Gallina in giocosa sinergia; oppure altre forme a scelta del comitato di selezione come ad esempio: Cavalluccio Marino, Serpente, Colomba, Tucano, Missile, Fiore di loto o altro ancora al fine di condividere quel repertorio di immagini archetipiche che sono sempre racconto e testimonianza di un vissuto sia individuale che universale.