Sculture Scomposte

Abra

Year:

2014-2018

Media:

www.abradegliesposti.it

Size (cm):

max120cm x max100cm x max10cm

Roma 2019

Other works

Spirito di Fuoco

Abra

Year:

2017

Media:

www.abradegliesposti.it

Size (cm):

cm 50 x cm70 x cm5

Roma 2019

Fuoco Arcoiris

Abra

Year:

2018

Media:

www.abradegliesposti.it

Size (cm):

max150 cm x max 100cm x max 5 cm

Roma 2019

Biography

FORMAZIONE: STUDI ED ESPERIENZE LAVORATIVE

1995-1999 Diploma di Maestro di Scultura conseguito all'Accademia di Belle Arti di Bologna, Italia, con punteggio 110 e lode
1990-1994 Liceo Artistico Statale di Bologna, Italia
Vari anni di esperienze lavorative in campo scenografico.
Collaborazioni per scenografie per il teatro, immagini per la moda, fashion design, arredo design e bottega del ferro battuto storica Di Pierluigi Prata a Bologna.

PERCORSO ARTISTICO: IL METALLO E IL FUOCO

Dal 2002 la mia ricerca artistica e poetica si esprime attraverso il metallo di riciclo.
Dopo aver appreso la tecnica della saldatura attraverso il lavoro che svolgevo come scenografa,
ho iniziato a sperimentare con la saldatrice ad elettrodo su ferro e acciaio di scarto creando sculture e oggetti di art design.

Insieme all’alchimia del fuoco, ho scelto un materiale che potevo reperire facilmente ripulendo da rottami luoghi di campagna e di montagna e anche di città. Il riciclo porta in se un messaggio anticonsumistico e di rigenerazione. Nel 2003 è’ nata la prima mostra-progetto S.A.L.D.I. Scarti Anonimi Liberi D’Identità.

Successivamente ho trovato sempre più “naturale” l’ispirazione che viene dalla Natura in cui vivo e lavoro, di cui mi sento partecipe e in adorazione. Ho inserito gli elementi stessi nelle tecniche di lavorazione: il fuoco che colora le lamiere, l’acqua con l’aria le arrugginisce, la terra e le cortecce per modellare. La sintesi tra i canoni della poetica enunciati con S.A.L.D.I. e questa ricerca nell’intimo nostro legame con il creato, è raggiunta con ‘aniMistica’, esposizione di Sculture del 2013.

Di lì a poco la scultura non mi basterà più. “Di-vento” (2014) è la prima installazione, con sculture che si allacciano all’ambiente, si flettono, ed emergono dagli scarti esprimendosi tra il mondo visibile e invisibile, dove l’intenzione è infondere a pezzi di metallo usato la scintilla del soffio vitale.
Ma il fuoco cresce. Nel 2015 fondo “riBellArti”, associazione di artisti e operatori ambientali. Un piccolo nucleo creativo con numerosi collaboratori con cui lavoro per realizzare le Performance di “Sculture Sonore”. Il mio obiettivo è di fondere le arti per veicolare messaggi di attualità. All’interno del ciclo di “Sculture Sonore” ho realizzato “Scintilla “nel 2015, “La seconda vita delle cose” nel 2106, “Terremoti” nel 2017 e 2018 “Rinascita”all’interno Grande Ferro R di Alberto Burri a Ravenna.

In contemporanea, nell’anno in corso (2018) le Installazioni diventano Sculture Scomposte, attraverso centinaia di piccoli frammenti, Ogni frammento è una piccola opera che contribuisce alla composizione di una grande opera.
“Mappa Mundi” (2018) diventa la mia prima installazione di Sculture Scomposte nell’ambito della collaborazione con La Casa delle Culture di Ravenna.
Segue “Radici” con una installazione partecipativa da parte dei visitatori coinvolti nel mettersi in relazione attraverso l’atto creativo.
In questi anni è stato determinante il mio percorso interiore di ricerca spirituale, in particolare pratico lo yoga da più di vent’anni ed ho approfondito ulteriormente la meditazione con le pratiche tantriche. La mia scultura è sempre intrisa di ricerca spirituale, a volte con riferimenti alla filosofia indiana, a volte alla divinità degli elementi primordiali.

Project

Progetto: installazione scultorea “Fuoco Arcoiris”

Le sculture che compongono questa installazione sono bassorilievi in acciaio lucido forgiati con saldatrice ad elettrodo e la cromia cangiante è conferita dal fuoco.
Sono molto leggere, anche quelle di grandi dimensioni, in quanto realizzate con lamiere molto sottili tra 0,6mm e 1mm di spessore. Possono essere quindi installate in sicurezza semplicemente con filo di nylon (bava da pesca).
Questi bassorilievi (come da foto) sono elementi componibili, ovvero combinati creano una grande scultura unica.
Quindi il mio progetto è creare una composizione in loco che attraversi tutta la stanza dal pavimento alle pareti, dal letto al soffitto, con le sembianze di un Drago che si snoda nella stanza.
Nello schermo a disposizone potranno essere visualizzati i video creati nel mio atelier: la Natura dove vivo e creo le sculture con gli elementi e i miei strumenti.
La poetica
“Arcoiris” viene dallo spagnolo e significa Arcobaleno
La Colorazione a Fuoco Vivo è la pratica più rituale della mia tecnica. Acceso il fuoco vi immergo le sculture che, raggiunta la temperatura ideale, si colorano in pochi minuti.

Il fuoco crea sulla superficie metallica un Arcobaleno di colori sfumati.
Arcoiris è il nome che ho dato a mia figlia, il dono che ha completato di gioia la mia vita! Queste sculture sono dedicate a lei e all’energia di tutti i bambini e le bambine arcobaleno che manifestano Amore puro e incondizionato e sono qui tra noi per insegnarci il cammino.

Le sculture che compongono l’installazione evocano ed al tempo stesso invocano Spiriti del Fuoco, Fiori di luce ed Entità guida di un mondo magico che solo i bambini possono vedere. Il Fuoco è l’Elemento dominante, brucia le impurità, simbolo di aspirazione spirituale e di trascendenza.

L’installazione compone una sorta di Serpente-Drago che simboleggia la Trasformazione, l’evoluzione che si compie attraverso le nuove generazioni.
La trasformazione è intrinseca all’opera stessa: può essere scomposta, ricomposta in infinite combinazioni, sottrazioni, separazioni e sovrapposizioni.

InterAzioni

L’aspetto di trasformazione sarà evidenziato mettendo a disposizione dei visitatori alcuni elementi con cui “giocare” e comporre. Il senso profondo di questo invito è l’atto creativo del cambiamento collettivo, di creare insieme il sogno di una nuova Era di pace e condivisione.