Artrooms  Fair è lieta di presentare i membri del Comitato di Selezione dell’edizione di Artrooms Fair ROMA 2019.
Click here for the English version.

Kent Archer,
Direttore e Curatore all’Università di Saskatchewan

Kent Archer è l’ex direttore e curatore di diverse gallerie all’Università di Saskatchewan a Saskatoon, in Canada. Ha fatto parte del consiglio esecutivo e della giuria di diverse organizzazioni artistiche a livello regionale e provinciale in tutto il Canada. Attualmente è impegnato in numerosi progetti di ricerca e curatoriali.

Laura Carrara Cagni,
Direttore e Fondatrice di Edward Williams Architects

Laura è la Direttrice e Fondatorice di Edward Williams Architects. Con una significativa esperienza in progetti architettonici pubblici di grandi complessi internazionali, Laura ha precedentemente realizzato come partner associato presso Hopkins Architects edifici chiave per clienti nel Regno Unito, negli Stati Uniti, in Europa e nel Medio Oriente.
I progetti includono Il Brent Civic Center e The Forum a Norwich nel Regno Unito, dieci nuovi edifici universitari alla Rice University in Texas negli Stati Uniti, un nuovo ospedale a La Spezia in Italia, il Cyprus Cultural Center e venti ville private a Dubai .
Laura è stata selezionata per il 1991 ILAUD, Laboratorio Internazionale di Architettura e Design, dove è tornata come revisore nel 1996. Ha pubblicato sulla rivista Space and Society e tenuto numerose conferenze nel Regno Unito, in Italia e negli Stati Uniti. Nel 2014, è stata invitata a frequentare la Rice University a Houston, in Texas.
Laura è stata membro del consiglio di amministrazione non esecutivo della società vinicola italiana Gancia Spa, contribuendo a svilupparne la strategia e il profilo commerciale per consentirne la vendita con successo alla Russian Standard. Oggi è membro del Business Club Italia di Londra e siede nel consiglio del Club Torino London come vice presidente.

Jonathan Giustini,
Giornalista e Scrittore

Jonathan Giustini, giornalista professionista dal 1985, ha una lunga esperienza nella carta stampata, nella radiofonia e anche in ambito televisivo. Gestisce la promozione di molti artisti con l’agenzia www.cartadamusica.it e ha pubblicato diversi libri, sempre di argomento musicale, tra questi: Carta da musica (i cantautori e la letteratura) per Minimum Fax, la biografia di Claudio Lolli/Le terra, la luna e l’abbondanza per Stampa Alternativa, la biografia di Pupo/Un enigma chiamato Pupo per Rai/Eri e La storia dei Denovo e della Catania Rock/Tempi di libero rock per Arcana editrice. Prossimamente in uscita per Jacobelli editore Ennio De Concini/Chi si firma è perduto (la storia del più grande sceneggiatore del cinema italiano).

Dominique and Sylvain Levy,
Fondatore di DSLCollection

Nata all’inizio del 21° secolo grazie a Dominique e Sylvain Levy, DSLCollection si concentra esclusivamente su opere contemporanee cinesi e si occupa di artisti di paesi emergenti – o piuttosto ri-emergente – sulla scena mondiale ridefinendo le linee di un nuovo ordine mondiale. Decisamente nomade, la DSLCollection si rifiuta di essere ambientata in un unico luogo e sceglie il territorio globalizzato del mondo digitale.
Nato in un mondo basato su schermi, la nuova generazione di oggi si muove dentro e fuori dal mondo fisico e virtuale, credendo che ogni mondo sia “reale” per loro.
Dal 2005 (l’anno del primo video pubblicato su Youtube) siamo passati da un sito Web a un museo 2D e 3D, e nel 2012 un museo su Second Life e ora realtà aumentata e realtà virtuale.

Luminita Sabau,
Fondatrice e Direttrice della collezione d’Arte alla DZ BANK AG

Luminita è uno storico dell’arte incentrato su fotografia, arte contemporanea e architettura.
Ha iniziato la sua carriera come curatrice di collezioni e mostre presso il nuovo Museum for Architecture di Francoforte. È poi stata contattata dallo ZKM (Centro per l’arte e i media) a Karlsruheto e messa a capo delle Collezioni del Museo. Poco dopo ha assunto la direzione della costituzione della collezione d’arte della DG Banca di Francoforte, da lei diretta per vent’anni.
Annovera oltre 10 anni di esperienza in Musei e Exhibition Management e 25 anni di esperienza in Corporate Collecting & Exhibition Management
Durante questo periodo ha iniziato e curato mostre significative a livello internazionale come: Space architecture (1987), New York Architecture (1989), Moving image (1992), Promise of Photography (viaggiando in tutto il mondo 1999-2005), Space, Time, Architecture ((2004 ), American Dream (2005), Dialogues & amp; Attitudes (2007), Tacita Dean – The Russian Ending (2007), Taryn Simon – The Innocents (2007), Freedom è solo un’altra parola… (2008), REAL (2008), Robert Longo – Of Man and Monsters (2009), Bella Italia (2010), The Lightness of Beeing (2012).
È redattrice di diverse pubblicazioni sull’architettura e l’arte contemporanea.
Luminita è esperta in tutti gli aspetti di Arte Contemporanea, Fotografia, Immagine in movimento e Architettura. Il suo ufficio fornisce supporto e assistenza a Musei e programmi d’arte Corporte, come Gestione delle Collezioni d’Arte (Creazione & Mantenimento), Pianificazione e aspetto curatoriale delle collezioni d’arte Corporate, Servizio personalizzato a supporto delle strategie di investimento di belle arti, Gestione dell’acquisto e/o vendita di opere d’arte, Pianificazione e/o selezione di opere d’arte site-specific.
Luminita ha un vasto network internazionale di artisti e curatori.

Aurelie Samuel,
Curatore del Patrimonio e Direttore della Collezione, Musée Yves Saint Laurent Paris

Aurélie Samuel è curatrice del patrimonio e direttrice delle collezioni del Musée Yves Saint Laurent di Parigi. È una storica dell’arte specializzata nella cultura indiana, ha lavorato quindici anni al Musée Guimet, prima nel dipartimento giapponese e poi come capo del dipartimento tessile. Da quel momento in poi, ha cercato di valorizzare questo inestimabile patrimonio, organizzando mostre tematiche nelle gallerie permanenti del museo, nonché mostre temporanee per sottolineare la ricchezza e la vastità della collezione, oltre alla pubblicazione di articoli e documentazione scientifica. Si è principalmente concentrata sull’esposizione di opere contemporanee accanto a pezzi delle collezioni Guimet, introducendo installazioni e opere di artisti viventi nel museo. Esempi di questo includono Koi Current, la reinterpretazione dell’artista giapponese Reiko Sudo del tradizionale koinobori giapponese e la mostra La danse des formes – Textiles de Samiro Yunoki, che mostrava le opere di questo artista del movimento Mingei. Aurélie Samuel ha curato le mostre, Costumes d’Enfants, Miroir des Grands (2010), al Musée Guimet; Enfants de Chine, Petit Tigres et Jeunes Dragons (Musée des Arts Asiatiques de Nice, 2011), «Tsutsugaki», tissus japonais teints à l’indigo (2013) e Clemenceau, le Tigre e l’Asie (2014). Sempre al Musée Guimet, Samuel ha co-curato la mostra Kimono, Au bonheur des Dames, che ha presentato pezzi tradizionali accanto a interpretazioni più recenti del kimono di designer contemporanei giapponesi ed europei.
Per la Fondation Pierre Bergé – Yves Saint Laurent, ha curato la mostra Kabuki, Costumes du théâtre japonais nel 2012.
Samuel ha anche coordinato varie pubblicazioni e insegna regolarmente all’École du Louvre di Parigi e alla Sorbona di Abu Dhabi. È stata nominata Chevalier des arts et lettres – promozione nel luglio 2014.

Dr Robert Travers,
Fondatore di Piano Nobile Art Gallery

Il Dr. Robert Travers è il fondatore di Piano Nobile Art Gallery. Il nome deriva dall’italiano “piano nobile” – il primo o il secondo piano dei palazzi storici italiani dove viene esposta la arte più pregiata. La prima galleria familiare è stata fondata a Roma durante il periodo tra le due guerre.
Piano Nobile Art Gallery è specializzata in opere Britanniche e Internazionali di Arte Moderne e Contemporanee e, con due gallerie nel centro di Londra, è un punto chiave nel mercato britannico dell’arte moderna. Impegnato nel sostegno di istituzioni pubbliche d’arte, Robert è in continua collaborazione con numerosi musei internazionali come Tate Britain, Courtauld Institute of Art, Yale Centre for British Art e Museum Beeldan aan Zee.

Bejarne Vaaga,
Responsabile del programma d’arte Equinor hos Equinor

Bjarne Vaaga è il responsabile del programma d’arte Equinor e membro della IACCCA (Associazione internazionale delle collezioni aziendali di arte contemporanea).
Nel 2006 ha conseguto un master in storia dell’arte all’Università di Bergen, in Norvegia.

Gianfranco Valleriani,
Curatore e Consulente di Video arte

Giornalista, curatore di video arte e ricercatore in comunicazione audiovisiva, Gianfranco Valeriani è attualmente direttore e curatore della Le Dame Art Gallery (Londra), fondatore e direttore di Brain Art Uk Ltd (Londra) e consigliere di Wolf Vostell Estate (Germania ).
Direttore di riviste audiovisive internazionali, ha scritto a riguardo del patrimonio culturale e dei relativi problemi per riviste e pubblicazioni settimanali come “Filmakers Magazine”, distribuito in molti festival internazionali di cinema in Europa.
Membro dell’Ordine dei giornalisti italiani, dal 1987 è anche fondatore e direttore per oltre 20 anni di Calamo Comunicazione, società di consulenza nella comunicazione.
È stato Direttore di associazioni operanti nel settore culturale e della comunicazione, come “The Big Blue”, impegnato nella promozione di video-maker sperimentali emergenti, e “The Ce.d.ro”, che opera nel settore del design contemporaneo.
Ha insegnato comunicazione visiva e tenuto lezioni presso università e istituzioni internazionali, tra cui la Tate Modern di Londra (“Arte e trasformazione sociale”).
Sta collaborando con la Fondazione d’arte cinese “Hafnia Foundation” (Fujian, Cina). Per la Fondazione Valleriani ha prodotto “After Nothing”, un video documentario di 50 minuti girato in Cina, sperimentando nuove forme di narrativa visiva.
Valleriani ha esposto la sua installazione multimediale estesa “Extended Blue” al MACRO, Contemporary Art Museum di Roma (14 dicembre 2017 – 7 gennaio 2018), come progetto di arte e comunicazione che esplora nuove forme di videocomunicazione.
Valleriani è il curatore della sezione di videoarte della International Art Fair Artrooms (Londra, Roma, Seoul) e del Macro Contemporary Museum di Roma.